Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /web/htdocs/www.nikosimo.it/home/nikoblog/wp-includes/cache.php on line 36 Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /web/htdocs/www.nikosimo.it/home/nikoblog/wp-includes/query.php on line 21 Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /web/htdocs/www.nikosimo.it/home/nikoblog/wp-includes/theme.php on line 540 NikoSimo » 2009» Maggio

Archivio di Maggio 2009

6 maggio 2009 - addio Andrea

Giovedì 7 Maggio 2009

Finalmente è uscito il sole, un’intensa giornata di lavoro, la preghiera e la messa a Bonaria con i Mercedari, i bambini a casa con Simo, un pò discoli perchè aspettano che babbo rientri da una giornata più lunga del solito, poi il rientro sull’asse mediano, via Peretti e li, davanti all’ospedale una moto, bianca, per terra…

“Ancora un’altra volta”, ho pensato, speriamo stia bene… poi a casa, dove la famiglia mi aspettava con impazienza.

Più tardi uno squillo, mia madre al cellulare: “Andrea è morto! Ha avuto un incidente davanti al Brotzu…”

Mio cugino, il primo che ho visto nascere, quel batuffolo biondo con cui ho condiviso l’infanzia poi diventato un ragazzone buono, socievole, generoso…

L’asfalto se l’è portato via, quell’asfalto tanto nemico dei motociclisti, cui molte volte perdona un’avventatezza, cui molte volte dona un’altra chance laddove un’automobilista distratto o avventato pensa: “li una macchina non ci passa” mentre una moto ci passa benissimo oppure “sto invadendo solo di poco l’altra corsia”. Questa volta l’asfalto, travestito da furgone, si è portato via Andrea.

Tante, troppe croci sulle nostre strade. Tante vite spezzate in un attimo senza un motivo, tante trame intessute e poi spezzate…

Non so come sia successo, non so chi abbia colpa, so solo che oggi una parte del mio cuore non c’è più, è volata con lui sull’asfalto.

Venite Santi di Dio, accorrete Angeli del Signore accogliete la sua anima e presentatela al trono dell’Altissimo. Maria, madre dolcissima, te l’affido, accompagnalo dinanzi al Figlio tuo e dona sollievo a zia Maristella e zio Tanino, a Sara che non ha più il suo fratellone, a tutti noi che, qui, continuiamo a percorrere le nostre strade senza più nel petto un pezzo del nostro cuore.